Archivi del mese: ottobre 2012

Qualche giorno fa sfoglio TV Sorrisi e Canzoni e noto un articoletto che parla dello sceneggiato radiofonico dedicato a Tex. Riconosco subito l’immagine, è un Tex ricavato da un wallpaper che avevo realizzato tempo fa, postato sul mio vecchio sito per celebrare l’uscita della collezione a colori di Repubblica. Mi chiedo: perchè hanno preso questa immagine, con tutte quelle ufficiali (e più belle) di Villa, Galeppini, Civitelli e compagnia bella? Una rapida ricerca su Google fornisce subito la risposta. E’ l’immagine a colori a più alta risoluzione, quindi quella più facile da scaricare e montare al volo nell’impaginazione per la stampa. Telefonare in Bonelli e richiedere l’invio di un’immagine ufficiale, evidentemente, costava troppa fatica. Oh beh, posso dire ufficialmente: hanno pubblicato un mio Tex a colori in più di un milione di copie! Detto così, fa tanto figo… 😉

Tanto per cambiare disegnavo, come testimonia la vecchia foto ritrovata in un cassetto.

I grandi miti della fantascienza leggono Nathan Never! E voi???

Per la copertina del prossimo Nathan Never in uscita a Novembre, erano state preparate due versioni leggermente differenti. Ecco in bianco e nero la versione con l’uomo con la pistola a confronto con quella che poi è stata finalizzata.

Nella rubrica dell’albo di Nathan Never in edicola in questi giorni viene dato l’annuncio ufficiale che Antonio Serra lascia il ruolo di curatore della testata, ruolo che ha ricoperto fin dal primo numero del lontano 1991. A subentrare nel difficile compito è Glauco Guardigli, già collaboratore della testata da parecchi anni. Mi sento di dire che Nathan è in buone mani e so che Glauco saprà destreggiarsi abilmente (come già sta facendo) tra i mille problemi e le difficoltà che il ruolo comporta. Antonio intanto è già proiettato verso i suoi nuovi incarichi redazionali e attualmente, tra le altre cose, sta scrivendo una storia di Nathan che io sto illustrando. Personalmente, non riesco però a vivere questo passaggio senza un velo di tristezza, di quella che ti assale quando non vuoi rassegnarti al tempo che passa e alle cose che cambiano. Sarà che sto invecchiando e divento sentimentale. Sarà per questo che l’immagine che mi è venuta in mente è quella, bellissima e struggente, disegnata da John Romita su Spiderman, con Peter Parker che si allontana abbandonando in un vicolo il costume che ha deciso di non indossare mai più. Il mio omaggio rappresenta quindi uno stato d’animo e non, come ho detto, la situazione reale dove l’impermeabile di Nathan è stato affidato, fresco di lavanderia, a chi avrà l’onore di indossarlo. In ogni caso, Antonio, grazie e scusa per il disegno.

Giovedì 1 novembre alle 9 e 30…

Contatti

info@giardo.com